Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy

Il legno

Il legno è un materiale anisotropo, cioè che presenta caratteristiche fisico meccaniche e di comportamenti differenti nelle 3 direzioni fondamentali (longitudinale, radiale e tangenziale) del tronco da cui deriva. Le sezioni lungo le tre direzioni del tronco conferiscono al material anche aspetti differenti.

  • La sezione trasversale è fatta con un piano perpendicolare all’asse del fusto: in essa il legno appare come una successione di anelli concentrici dai quali, in molti casi, è possibile ricavare indicazione sul numero di anni che sono passati per giungere a quel diametro.
  • Le sezioni longitudinali sono fatte con piani paralleli all’asse del fusto; se il piano passa per lasse, si ha una sezione radiale, se il piano è ortogonale a raggio (e non passa per l’asse) si ha una sezione tangenziale. Le sezioni longitudinali presentano una successione di venature parallele, che nei punti di curvature dei tronchi, tendon a formare rami di parabole. Gli agenti atmosferici (vento fulmine ecc) e gli agenti biologici (insetti, funghi e muffe) possono modificare l’aspetto e le caratteristiche del material legno.

Infine il legno contiene una certa quantità di acqua. Tale quantità può variare, in relazione alle condizioni ambientali in cui esso “lavora” ed anche ai trattamenti a cui esso è sottoposto. L’abbassamento del contenuto di umidità provoca un “ritiro” del materiale.

mappa